Passa ai contenuti principali

La corruzione una tassa occulta ma anche una piaga che agevola il terrorismo

Dall'OCSE l'allarme sulle connessioni tra sistema delle mazzette e grandi emergenze. La corruzione alimenta il divario tra ricchi e poveri. La denuncia dell'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo.

La corruzione agevola il terrorismo e aggrava le grandi emergenze, dal clima ai rifugiati"La lotta alla corruzione è una delle priorità dell’OCSE contro la quale sono stati fatti progressi a livello globale. Tuttavia questo fenomeno permea e agevola, alcune tra le principali minacce globali del nostro tempo, come il terrorismo, il cambiamento climatico e la crisi dei rifugiati"

Intanto Eurobarometro spiega che arrivano a una quota record del 98% le aziende italiane convinte che la corruzione sia molto diffusa nel nostro Paese. La corruzione percepita è una classifica che vede in testa proprio l'Italia, seconda la Grecia (96%), terza la Romania (95%), quindi Spagna e Cipro (appaiate al 93%). Il dato medio UE della percezione delle imprese sulla corruzione nei loro singoli Paesi è pari al 71%.

Colpire la corruzione e i corrotti. "Quando i meccanismi di controllo, di accertamento e di sanzione funzionano, non vuol dire che ha prevalso lo scandalo, ma vuol dire il contrario, che il cancro del malaffare è stato individuato e colpito"

A farne le spese però sono le parti più deboli della società. "L’opacità e il malfunzionamento degli apparati pubblici e di giustizia colpisce ancor di più i poveri e le persone deboli, crea discriminazioni, esclusioni, scarti, distrugge le opportunità di lavoro. Sulle pratiche corruttive prosperano le organizzazioni criminali e la mafia, che soffocano le speranze dei giovani. Si può e si deve reagire a questa inaccettabile forma di oppressione. Sconfiggere le mafie è alla nostra portata" (Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella)

"La corruzione ha effetti disastrosi sullo sviluppo quando i fondi che dovrebbero essere investiti in scuole, ospedali e altri servizi pubblici vitali sono invece trasferiti nelle mani di criminali o funzionari disonesti. La corruzione aggrava la violenza e l'insicurezza. Può portare a insoddisfazione con le istituzioni pubbliche, la disillusione con il governo in generale, e spirali di rabbia e agitazione". Lo afferma in un messaggio il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon in occasione della Giornata Mondiale contro la Corruzione 2015 - Leggi testo integrale -

Secondo l'ultima classifica mondiale (2014) dei Paesi corrotti di "Transparency International" l'Italia si trova al 69° posto e la Nigeria al 136°, il paese più virtuoso è la Nuova Zelanda, seguita da Danimarca e Finlandia, al contrario, i paesi più corrotti al mondo sono la Somalia e la Corea del Nord.

Sito dedicato alla Corruzione nel Mondo




Articolo di

Commenti

Post popolari in questo blog

Le Strade del Sesso. Ardea e Pomezia, il degrado alla luce del sole

Via Ardeatina , Via di Valle Caia , Santa Palomba , quando la decenza non ha più limiti. Degrado, prostituzione, oscenità impunita . Continua il nostro racconto sulle "Strade del Sesso " in Italia. C’è di tutto su alcune strade del territorio , una vita che scorre parallela, dove sembra che le regole del vivere comune non esistano, una sorta di zona “ franca ” dove vale tutto e si può tutto. Lo scenario che è davvero deprimente. Sono le vie del sesso del territorio di Pomezia e Ardea, alle porte di Roma . Degrado e impunità, è la terra di nessuno Un senso del pudore inesistente , ragazze praticamente nude in mezzo alla strada , atti sessuali tra le abitazioni anche in pieno giorno . Una vera e propria terra di nessuno. Si trova di tutto. Le zone sembrano esser ben ripartite tra prostitute . Quelle di nazionalità rumena, che stazionano lungo la Via Ardeatina, quelle dell'est (bulgare, ucraine, moldave), che “ hanno ” gli spazi che ricadono sotto il

Le truffe romantiche via facebook. Centinaia di donne coinvolte in Italia, migliaia in tutto il mondo

In inglese si chiama "Romantic Scam", è una truffa di tipo psicologico e affettivo, per questo molto difficile da dimostrare e da perseguire legalmente. Avviene via social, per lo più attraverso facebook. Il truffato nella maggior parte dei casi è una donna che si dichiara sentimentalmente sola , magari vedova, separata o divorziata. Immaginate un latin-lover d'altri tempi che fa innamorare di lui una donna benestante e poi vive nel lusso alle sue spalle, o magari che si fa dare denaro e poi sparisce. La truffa romantica è qualcosa di simile , solo che nell'epoca di facebook e dei social network si è evoluta, si è diffusa in tutto il mondo, e alla base della truffa non c'è più una sola persona ma una vera e propria organizzazione criminale. Ad oggi possiamo solo sapere che l' 80% delle truffe messe a segno con questo metodo parte dalla Nigeria, ma anche dal Ghana e dalla Costa d'Avorio. Di recente si è scoperto che un'intero villag

Quello che nessuno osa dire di Maometto

Sono molto orgogliosa di essere definita " razzista " perché NON amo l'Islam Non odio i mussulmani in quanto persone , poveretti sono nati semplicemente in un posto sbagliato, in mezzo ad una cultura intrisa di Islam, non hanno colpe. Ma non capisco coloro che si convertono all' Islam da grandi. Semplicemente inconcepibile, come Silvia Romano , convertita nella religione di chi la rapì. Fatevi qualche domanda , tra tutte le religioni al mondo l' Islam è l'unica che nasce dall'oggi al domani per " ispirazione " di un certo Maometto . Si dice che il Corano non lo scrisse nemmeno lui, il Profeta, ( alcuni pensano, anche in ambienti islamici, che era pure analfabeta ), ma lo dettò ai suoi seguaci, e la stesura definitiva fu scritta da " qualcuno " dopo la sua morte. Ma chi era Maometto Perfino Dante lo colloca all'Inferno (Canto XXVIII) Tra i commenti dei miei post c'è sempre qualcuno che mi definisce " ra