Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Delta del Niger, l'inquinamento che nessuno vuole vedere

Immagine
Delta del Niger Il Delta del Niger è la regione petrolifera della Nigeria . Una regione grande come la pianura Padana dove vivono almeno venti milioni di persone .. nella più assoluta indigenza e nel degrado più totale. È considerato uno dei luoghi più inquinati del mondo. In questa regione si estrae il petrolio del primo produttore dell'Africa. Le compagnie petrolifere hanno " militarizzato " quei luoghi. Shell ed ENI , ma anche Total, Erg, Chevron, Esso e altre. La corruzione e l'arroganza di queste compagnie in nome del business ha permesso per decenni ( dagli anni '70 ) a queste compagnie di estrarre la ricchezza derivante dall'"oro nero" ( Black Gold ) solo per il loro tornaconto economico e non a beneficio della popolazione locale, che invece è sempre più povera. Compagnie straniere che non danno lavoro alla gente del luogo preferendo assumere " stranieri ". E il petrolio estratto viene subito caricato sulle pe

Viaggio tra i richiedenti asilo del CARA di Mineo, un'inferno di Stato

Immagine
CARA di Mineo - Ingresso In queste settimane il sistema dell'accoglienza in Italia è sotto la lente d'ingrandimento delle procure di mezza Italia, da Gradisca d'Isonzo ( Gorizia ), a Isola Capo Rizzuto ( Crotone ), e fino al CARA di Mineo ( Catania ). Il problema è sempre lo stesso, ovvero " truffe " ai danni dello Stato e sulla pelle degli immigrati e dei richiedenti asilo. Mancato pagamento del " Pocket Money ", scarsa manutenzione degli alloggi, sistema delle mense, ecc.. In pratica le cooperative e le società di gestione, prima si accaparrano gli appalti e poi disattendono i termini del contratto confidando sull'assenza dei controlli e delle ispezioni. Milioni e milioni di soldi pubblici, spesi male, malissimo, e che finiscono nelle mani delle mafie e gruppi di potere protetti anche dalla politica. Un business sulla pelle degli immigrati di cui abbiamo più volte parlato - leggi - Il CARA di Mineo , in provincia di Cat

Moderne Schiavitù, Rapporto 2014

Immagine
Lotta alle Moderne Schiavitù S ono circa 35,8 milioni le persone nel mondo che vivono in condizioni di schiavitù , costrette da padroni senza scrupoli a svolgere i lavori più duri, ma anche a prostituirsi e combattere guerre.  U n dato in aumento del 20% rispetto al 2013 . Gli schiavi della raccolta di arance a Rosarno (RC, Italia) -  Leggi articolo  - Secondo il rapporto   Global Slavery Index  ( GSI ) del 2014, che confronta i dati di 167 paesi,  la schiavitù moderna contribuisce alla produzione di almeno 122 beni commerciali in 58 paesi . Dal tessile, al minerario e perfino all'informatica ( assemblaggio di apparecchiature elettroniche come computer, telefonini o iPad ). Si pensa che la schiavitù appartenga al passato o che esista solo nei paesi devastati da guerre e povertà, ma la schiavitù è ancora una drammatica realtà. La moderna schiavitù include anche pratiche assimilabili, come : Strozzinaggio , Accattonaggio , Matrimoni forzati , precoci o com