Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Nigeria, l'Islam estremista di Boko Haram uccide e crea terrore

Immagine
L'Islam di Boko Haram sta massacrando i Cristiani in Nigeria nell'indifferenza dl mondo. Ho sempre preso a cuore le vicende del paese in cui ho vissuto fino a 20 anni, il paese in cui vive ancora mia madre e due delle mie sorelle, in quel paese, nel bene o nel male, ho comunque trascorso la mia adolescenza . La Nigeria è uno dei paesi più popolosi e più grandi dell'Africa, e dove c'è il petrolio, e questo era tutto quello che sapevo del mio paese quando 19 anni fa mi hanno portata via da Benin City , nell' Edo State , uno Stato a Sud. Ma adesso la Nigeria sta vivendo uno dei peggiori periodi della sua stessa storia, e come tanti paesi africani non riesce ancora a liberarsi da quell'essere " vittima " del colonialismo passato e presente, e dalla " paura " di diventare finalmente un paese " fiero " della consapevolezza di essere un paese del tutto " libero " e " democratico ". La Nigeria NON

Iraq e la legge che abbassa l'età delle spose bambine

Immagine
A febbraio il consiglio dei ministri iracheno ha approvato una legge che abbassa l'età a 9 anni per le bambine di contrarre matrimonio, e la legge potrebbe essere approvata in via definitiva molto presto . La legge chiamata Ja'afari Personal Status Law  è la legge che codifica i matrimoni, i divorzi e le eredità in base alla legge sacra islamica. L'intento del governo iracheno è quello di strizzare l'occhio alla maggioranza sciita del paese per ottenere l'appoggio alla rielezione dell'attuale presidente Al Maliki  alle legislative che si terranno il prossimo 30 aprile. La Ja'afari Personal Status Law è una legge che prevede l'applicazione in senso restrittivo e integralista dei precetti islamici ( Shari'a ). Oltre all'età matrimoniale per le bambine che si abbassa dai 18 ai 9 anni, si legalizza anche lo " stupro " in ambito familiare, e l'affidamento automatico dei figli al marito in caso di divorzio. Una legg

Islam, una religione da evitare

Immagine
La sharia islamica applicata nel mondo Ho parlato spesso di Islam e di Mussulmani, e ho sempre cercato di capire una religione che culturalmente non mi appartiene, ma che soprattutto mi è particolarmente odiosa per molti motivi . Tutto iniziò quell'11 settembre del 2001 a New York , ma soprattutto dopo ciò che vidi personalmente a Madrid quel l' 11 marzo 2004 , e si perché io ero lì .. Allora non capivo più di tanto finché non hanno iniziato a " toccarmi " da vicino, nella mia Nigeria. Dal 2009 è in atto una strage continua di cristiani da parte degli integralisti di Boko Haram nel Nord della Nigeria. Solo dall'inizio di quest'anno i morti sono stati più di mille. E poi c'è un quadro " mondiale " che è sotto gli occhi di tutti . Ovunque nel mondo dove ci sono conflitti, guerre, tensioni e crisi c'è di mezzo l'Islam. Repubblica Centrafricana , i miliziani islamici di Seleka, dopo il colpo di stato del marzo 2013 hann

Il Rwanda a venti anni dal genocidio. Don't forget it

Immagine
Giovanni Paolo II fu il primo capo di Stato ad usare la parola " genocidio " in maniera pubblica. Un genocidio che si consumò sotto gli occhi " indifferenti " del mondo. Le stesse Nazioni Unite non si resero subito conto di quello che stava accadendo esattamente in quei tre mesi d'inferno in Rwanda . A venti anni dal conflitto tra Hutu e Tutsi che provocò oltre un milione di morti , un settimo della popolazione ruandese di allora, il paese africano fa ancora i conti con la sua storia. Era il 6 aprile del 1994 , quando l'aereo dell'allora presidente in carica del Rwanda , Juvenal Habyarimana fu abbattuto a Kigali da estremisti del suo stesso partito. Troppe e inaccettabili le concessioni fatte agli odiati tutsi del  Rwandese Patriotic Front  ( RPF ) nei colloqui del mese di agosto 1993 in Tanzania , ovvero gli accordi di Arusha   siglati il 4 agosto 1993  e che avrebbero dovuto sancire la fine di 4 anni di guerra civile ( Guerra Civile

Bob Marley (One Love 1977)

Immagine
Post by Maris Davis Joseph (Chantal B. Dana) . ♥ One Love (Video) Playlist Bob Marley - Vai - Biografia Bob Marley Archivio Ufficiale (Pagina Facebook) Articolo curato da Maris Davis

Rapporto UNAR 2013 sulle discriminazioni razziali in Italia

Immagine
Nel 2013 l' UNAR ( Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali ), del Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha raccolto 959 segnalazioni per discriminazione etnica, l'80% sono state ritenute effettivamente atti discriminatori, in molti casi veri e propri reati ai sensi della Legge Mancino, il 4% è ancora in fase di discussione, mentre le altre sono state archiviate. Nel 26,5% dei casi, ed è questo il dato interessante, a denunciare sono stati cittadini italiani. In particolare sono giovani figli di stranieri, ma nati o cresciuti in Italia e a cui è stata riconosciuta la cittadinanza italiana, che si sono trovati a subire la stupidità di comportamenti spesso aggressivi tanto da sfociare nella violenza aggravata. Questa percentuale rivela come come una parte consistente della società fatichi ad accettare il fatto che l'Italia sia ormai già un Paese multiculturale e che la cittadinanza non corrisponda in automatico a