Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2015

Land Grabbing, le terre rubate all'Africa

Immagine
Immaginatevi mentre vi preparate per andare al lavoro : è una mattina come le altre, avete un sacco di impegni per la giornata, scendente in strada e, arrivati alla vostra auto, scoprite che qualcuno l’ha rinchiusa in un recinto di filo spinato e non potete in alcun modo raggiungerla. Oppure, provate a immaginarvi mentre accompagnate i vostri figli al parco vicino casa , siete sereni e i bambini non vedono l’ora di giocare, ma scoprite che nottetempo qualcuno ha scavato un profondo fossato tutto intorno impedendovi di fatto l'accesso. Cosa fareste . Adesso provate a immaginare se al posto della vostra automobile o del parco preferito da vostro figlio, dietro a quel recinto o a quel fossato ci fosse la terra, la vostra terra. Quella terra che garantisce ogni giorno sostentamento per la vostra famiglia. Cosa fareste . È la stessa domanda che si sono posti i circa novemila abitanti dei 37 villaggi dell’area nella " Riserva Naturale di Ndiaël " in Senegal quando

Nigeria, lotta senza quartiere all'Islam che uccide

Immagine
Non ci sarà avvenire per Boko Haram. Viva il Niger ( Scritta apparsa in un villaggio colpito da Boko Haram in Niger ) Task Force regionale . Nonostante il forte impulso dato dall'insediamento del Presidente nigeriano Muhammadu Buhari nella lotta a Boko Haram , gli estremisti islamici hanno colpito negli ultimi giorni anche Ciad e Niger , provocando decine di vittime. I governi di N’Djamena e Niamey hanno giurato vendetta. Ora però tocca alla task force regionale creata ad Abuja compiere l'azione risolutiva . Attentati quasi quotidiani nel nord-est della Nigeria e le ragazze rapite usate come bombe umane . Ancora vittime . Boko Haram non dà tregua e, fino ad ora, le iniziative del neo presidente della Nigeria, Muhammadu Buhari , nonostante siano state importanti, non hanno ancora prodotto gli effetti sperati, cioè la capitolazione degli islamisti. Secondo le statistiche di organizzazioni per i diritti umani , Boko Haram ha provocato circa 15 mila morti

Trafficking e la tratta di ragazze nigeriane

Immagine
In viaggio attraverso il deserto Ogni anno, circa 5.000 ragazze partono dalla Nigeria , e in particolare dalla regione di Benin City , alla volta dell’Europa, Italia in particolare. Trafficanti di schiave , con l’aiuto di preti woodoo, convincono queste ragazze che nella terra promessa le attende un lavoro. La conferma in un rapporto delle Nazioni Unite  " Almeno 5.000 ( cinquemila ) ragazze all'anno provenienti in maggior parte dalla Nigeria, arrivano in Europa per poi essere sfruttate sessualmente. Sono sempre più giovani, e almeno il 40% di esse è minorenne " - leggi - Il viaggio spesso è allucinante . In camion attraverso il deserto, in gommone fino alle coste della Spagna o dell’Italia. Moltissime muoiono di stenti, di sete, o affogate, prima di raggiungere la meta. Altre ancora diventano " schiave sessuali " già in Africa nei paesi di transito, in particolare nel Mali e in Libia. E quelle che riescono a sbarcare in in Italia, presto sco

Immigrazione .. e l'ipocrisia dell'Europa

Immagine
Immigrati a Ventimiglia Di certo l' Europa non sta facendo una bella figura, da un lato sta " massacrando " la Grecia per i sui debiti " non pagati " che a ben guardare non sono altro che gli stessi di una regione media italiana ( ovvero quasi nulla ), e dall'altro chiude le frontiere all'Italia sul problema immigrazione, lasciando l'Italia sola a risolvere il dramma di decine di migliaia di persone che fuggono da guerre, conflitti e violenze. E poi c'è l'Italia , con la sua fragilità, che per una semplice ragione geografica si vede arrivare via mare, ma anche via terra ( dalla frontiera nord-est ) questa povera gente in fuga. E poi ci sono gli egoismi e il razzismo di chi fomenta l'odio verso il diverso per un semplice calcolo politico . E coloro che fomentano questo odio sono gli stessi, Lega-Nord , Forza Italia e destre xenofobe che hanno approvato la Bossi-Fini , proprio quella legge che oggi regola l'immigrazio

Rapporto alimentazione 2015. Africa ancora affamata

Immagine
Pubblicato il rapporto sulla " Situazione dell'insicurezza alimentare nel mondo" , redatto dalle tre agenzie dell' ONU che si occupano di alimentazione e agricoltura. 795 milioni le persone che soffrono ancora la fame , ma il dato è in calo rispetto al 2014. Nell'Africa sub-sahariana un quarto della popolazione è in queste condizioni . Lontani gli Obiettivi del Millennio che proprio al primo punto hanno come tema la povertà e la fame " Sradicare la povertà estrema e la fame " Dimezzare la percentuale di persone il cui reddito è inferiore ad un dollaro al giorno. Raggiungere un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti, inclusi donne e giovani. Dimezzare la percentuale di persone che soffre la fame. Lo Stato dell’insicurezza alimentare nel mondo 2015 , disegna ancora una volta un quadro di luci ed ombre sulla fame, mettendo in evidenza non solo la persistenza del problema ma anche la sua diseguale diffusio