Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

02 Introduzione al Woodoo

Introduzione allo studio del woodoo , parte integrante della cultura animista dell'Africa sub-sahariana occidentale, e che ha molta influenza nella tratta delle ragazze nigeriane verso l'Europa . Attualmente non è più un segreto per nessuno che la pratica del “Vodun” sia ormai una realtà inconfutabile in tutto in mondo , ma sulla sua pratica, a torto o a ragione, si mantiene ancora una visione confusa. Al woodoo ( o Vodun ) si guarda spesso tramite l’esame delle sue cadute specialmente quelle puramente negative, mentre per i neri, in generale, e per il popolo Fon del Benin , in particolare, è qualcos'altro. Origini e pratiche contemporanee Il woodoo , come tutte le religioni , è una risposta alle tre domande fondamentali che si pongono tutti gli esseri umani, a prescindere dal colore della pelle e da dove vivono sulla terra: Chi siamo Dove siamo Da dove veniamo Non trovando una risposta definitiva , la gente del golfo di Guinea ha pen

Viaggio tra le Chiese Pentecostali che proliferano in Campania

A Castel Volturno si contano oggi almeno 40 chiese pentecostali che accolgono la vastissima comunità africana locale, soprattutto nigeriani, tra religione, business in nome di Gesù e sospetti di attività illecite . È domenica mattina , giorno di preghiera anche per gli immigrati africani di Castel Volturno . In una delle chiese pentecostali africane sorte negli ultimi anni la funzione è cominciata da qualche minuto. I fedeli, vestiti con gli abiti della festa, alzano le mani al cielo e invocano Dio danzando sui ritmi tribali. Dopo quasi due ore di canti e preghiere arriva il momento dello studio dei testi sacri. Il pastore cita la Bibbia a memoria e ne spiega il significato. Dice che la Bibbia non la si deve interpretare, come invece fanno i cattolici. " Come può l’uomo, nella sua imperfezione, interpretare la parola di Dio? " Il pastore Salomon Fadiya, è arrivato a Castel Volturno nel 1997 , fondò una delle prime chiese pentecostali africane. Oggi s

01 Il Concetto di Woodoo

Il Woodoo e la Religione Animista dell'Africa . Questo è il primo articolo di una serie di articoli che intendo scrivere per far comprendere alcuni principi della religione Animista e quindi del woodoo nato proprio nell'Africa Occidentale . Rituali e tradizioni radicate che sottomettono psicologicamente moltissime ragazze nigeriane vittime di tratta . Che cosa è il woodoo? Il woodoo si è trasformato in una maldicenza nel lessico sociale e politico negli ultimi anni ed esso è spesso usato come parola associata alla tratta di esseri umani per la prostituzione. I funzionari dell’immigrazione e la stessa polizia sono spesso imbarazzati dal muro di silenzio contro cui si imbattono quando provano ad interrogare le vittime della tratta ed il motivo dato per questo silenzio consiste nel fatto che le vittime affermano di aver fatto un voto agli dei del woodoo che non possono rompere. Tale è il timore delle conseguenze di rottura di questo voto che nessuna pressione fisic

Litorale Domitio, la camorra e le schiave nigeriane del sesso a dieci euro a prestazione

Prostituta nigeriana sulla "Via Domitiana" Uno studio del " Centro immigrati Fernandes " di Castelvolturno calcolò che nel 2000 c’erano circa 600 ragazze nigeriane a prostituirsi sulla strada Domitiana , un’arteria che congiunge il basso Lazio con la provincia di Napoli. Sono poco più di 30 km di strada dove le prostitute si succedono una dietro l’altra come in una processione . A distanza di quasi 17 anni è cambiato poco . Che faccia freddo, piova, ci sia arsura e sole cocente, loro sono sempre lì a difendere il metro quadrato di marciapiede. Perché pagano anche quel metro quadro: 300 euro al mese da consegnare alla mafia nigeriana che qui si spartisce il traffico di droga e della prostituzione con il clan dei casalesi. Impongono anche il prezzo della prestazione . Deve essere basso, per attirare più clienti. Costano 10 euro a prestazione . E così a tutte le ore c’è un continuo via vai di clienti. Accettano qualsiasi cosa , non possono permettersi

Il lungo corso della decolonizzazione dell'Africa

Nel 1945 gli imperi coloniali erano arrivati a comprendere quasi tutta l'Africa . Vent'anni dopo la maggior parte del continente ( eccettuati i territori portoghesi ) aveva raggiunto l'indipendenza. Un'inversione così rapida e totale di un processo di colonizzazione che era andato affermandosi lungo un arco di tempo più che secolare pone di fronte a due possibili spiegazioni . In base alla prima , gli Stati imperiali decisero che le colonie non erano più convenienti e preferirono smembrare i propri imperi. In base alla seconda , furono le popolazioni delle colonie a sbarazzarsi del dominio imperiale o comunque a rendere il suo protrarsi talmente difficoltoso e problematico che gli Stati colonizzatori preferirono cedere loro l'esercizio del potere politico. Nella realtà dei fatti, nessuna di queste due spiegazioni è in grado di reggersi da sola: è più verosimile una loro combinazione . Il punto di svolta per tutti gli Stati europei , eccettuato il Por