Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2018

Ventimiglia. Le migranti minorenni costrette a prostituirsi per passare il confine

Immagine
L’allarme di Save the Children , a Ventimiglia le migranti minorenni costrette a prostituirsi per guadagnare il denaro necessario per attraversare la frontiera. Il report di Save the Children sulla tratta di bambini e ragazzi. Nel mondo gli " schiavi invisibili " sono dieci milioni. In Italia è emergenza per cinquemila minori migranti soli . Si stima che quasi 10 milioni di bambini e adolescenti nel mondo , solo nel 2016, siano stati costretti in stato di schiavitù , venduti e sfruttati principalmente a fini sessuali e lavorativi. Un numero che corrisponde al 25% del totale delle persone in questa condizione, oltre 40 milioni, di cui più di 7 su 10 sono donne e ragazze. Circa 1 milione , secondo le stesse stime, i minori vittime di sfruttamento sessuale nel 2016 , mentre in cinque anni, tra il 2012 e il 2016, 152 milioni di bambini e ragazzi tra i 5 e i 17 anni sarebbero stati coinvolti in varie forme di lavoro minorile, di cui oltre la metà in attività pa

Storie di nigeriane uccise. Una notte di follìa e sadismo tolse la vita a Evelyn

Immagine
Era la notte tra il 20 e il 21 febbraio 2005 quando Evelyn , nigeriana di 23 anni , venne uccisa da tre quasi coetanei italiani alla periferia di Brescia in una notte di follìa, perversione, sadismo, e razzismo . Foto di Hitler e scritte naziste nella camera di uno dei tre killer. « L' ipotesi della rapina degenerata non sta in piedi, c'è l'ombra del razzismo », così disse il pm di Brescia subito dopo l'arresto dei tre killer . « L'hanno uccisa loro, non ci sono dubbi. Resta da chiarire il movente, l'ipotesi della rapina degenerata non sta in piedi ». Giancarlo Tarquini, procuratore di Brescia parlò anche di « notte di follia di gruppo dove hanno regnato crudeltà profonda, perversione, sadismo e forse anche razzismo ». Evelin aveva solo 23 anni, e fu trovata morta nelle campagne attorno a Brescia. Durante la perquisizione nella camera di uno degli arrestati i carabinieri hanno trovato collage di fotografie di Hitler, frasi inneggianti al naz

Il dramma di Vivian intrappolata nel "Juju"

Immagine
Vivian è stata stuprata e sfruttata già prima di arrivare in Italia, ma in Italia è stata " fortunata ", ha trovato subito chi ha potuto aiutarla . Le ragazze nigeriane sbarcate in Europa sono decuplicate negli ultimi tre anni. Vittime di una rete potente che le sottomette anche con la magia nera e il woodoo. Vivian racconta come anche lei è rimasta intrappolata . A Vivian non piace ricordare . Tutti i giorni, dal lunedì alla venerdì, si sveglia alle 6.30 e cammina spedita verso la metro che la porterà al lavoro, nella mensa di una scuola elementare di Roma. E si perché oggi Vivian , grazie all'aiuto di un'associazione si è liberata della schiavitù e dei suoi sfruttatori . Non si volta indietro . Ma ogni tanto il passato calpesta il suo sonno . Si rivede con indosso un vestito bianco macchiato di sangue, rivede " papa " e lo sciamano. Nell'incubo non hanno volto, però ripetono nei suoi confronti quel rituale di quasi quattro anni fa. T

Africa. Viaggio in un continente di genocidi, dittature e speranze

Immagine
Dal Maghreb, polveriera sul Mediterraneo , all'area Sub-Sahariana dei conflitti e della sistematica violazione dei diritti umani, passando per le nuove start-up di creativi. Genocidi , bambini soldato , abusi sessuali , tratta degli uomini , traffico della prostituzione , dittature militari , violazione dei diritti civili e politici , mancanza della libertà di stampa . L’Africa è il secondo continente del mondo per estensione, quello con più Stati ( 54 ) e con circa 1200 etnie diverse, ma è anche il più povero e tormentato dai conflitti. Dei 54 Paesi africani solo 6 hanno piena libertà di stampa , 25 non ne hanno nessuna , 23 solo in parte . Soltanto 11 rispettano la Dichiarazione universale dei diritti umani . Il Nord Africa una polveriera sul Mediterraneo L’Africa è ancora dominata da regimi non democratici . Mancanza di libertà e corruzione sono all'origine di un malcontento diffuso, e l’Africa del Nord, a partire dal Maghreb, è una polveriera. La regi