giovedì 20 marzo 2014

La politica, il marito, le ragazzine e una donna tradita

Alessandra Mussolini
Mi ha colpito molto la vicenda di quelle due ragazzine di 14 e 15 anni che si prostituivano ai Parioli di Roma magari con il consenso delle loro mamme, e poi c'è sempre il "solito" intermediario che "sfrutta" l'occasione, ma soprattutto ci sono i "clienti". Professionisti benestanti, padri di famiglia, gente insospettabile, persone che "chiedevano" a queste ragazzine ogni sorta di "schifezza sessuale", disposti a pagare "cifre" pur di soddisfare il loro desiderio sessuale con bambine che potevano benissimo essere anche loro figlie.

Anche cercando di evitare moralismi inutili, fatico molto ad entrare nella testa di un uomo che fa sesso con una ragazzina che potrebbe essere sua figlia. Quanto alla decisione della ragazzina di prostituirsi, non voglio attribuirle motivazioni che ignoro, posso solo immaginare condizioni sociali e familiari di solitudine, ignoranza, vuoto e sbandamento, ma forse sbaglio. Potrebbe essere solo incoscienza e alienazione dalla realtà. Provo solo dispiacere per le due ragazzine che lo hanno fatto, e rabbia per chi di quell'incoscienza ha approfittato.

Quelle che invece mi sembrano meno oscure, almeno dal punto di vista della narrazione di una storia che sembra un brutto romanzo, sono le scelte del marito di una notissima deputata di destra (Alessandra Mussolini), entrato nella lista dei clienti delle minorenni dei Parioli che vendevano servizi sessuali.

Ma il brutto romanzo merita un approfondimento. Come sia possibile, per un uomo sposato da anni con una persona pubblica che da anni combatte la pedofilia, la violenza alle donne e lo sfruttamento della prostituzione, dicevo come sia possibile mettere una moglie così impegnata e i suoi figli (tre) .. ecco questo è incredibile.

Alessandra Mussolini non appartiene al mio pensiero politico, ma piena solidarietà a questa donna, tutta la mia vicinanza possibile per questa donna .. non riesco nemmeno a pensare a tutto quello che sta passando ora. Sarebbe come se mio marito venisse "beccato" a fare sesso con una ragazzina nigeriana vittima della mafia nigeriana. Io che sono in prima linea contro la mafia nigeriana.

Non solo ti senti tradita per il fatto che hai un marito che si fa un'altra, ma ti senti tradita come donna perché hai avuto al tuo fianco per anni un uomo che ha "tradito" tutto ciò in cui tu hai sempre creduto.

Non conosciamo i fatti, i dettagli, non sappiamo e non vogliamo sapere nulla della loro vita coniugale, ma stiamo parlando di una coppia con tre figli grandi, sposata da venticinque anni, in cui la moglie è una nota parlamentare da moltissimo tempo. Mi sembra non possa esistere tradimento più crudele di quello che questa donna ha dovuto subire, un tradimento pubblico, una mancanza di rispetto plateale, oltre che un tradimento intimo e privato aggravato dall'età delle ragazze "comprate". Come ci si può comportare così? Viziosità, superficialità, desiderio inconscio di rivalsa nei confronti di una moglie in vista da sempre?

Ho provato dispiacere per questa donna politica, simpatica o antipatica, di destra o di sinistra, lontana o vicina, nessuna donna dovrebbe subire quel che sta subendo lei. Sono sicura che tutte le donne si sentano offese dalla mancanza di rispetto per il dolore che questa bruttissima storia sta causando a tutte le vittime.





Articolo scritto da

Nessun commento:

Posta un commento

Ci è sempre gradito un tuo commento. Grazie