sabato 30 novembre 2013

Regala la Speranza .. Adotta un bimbo a distanza.

Regala un sogno a chi non può Sognare,
ma che, nonostante tutto, ti sorride.


Adotta un bambino a distanza
Adozioni a Distanza
sostiene i Villaggi Sos dell'Unicef
per le Adozioni a Distanza
Con 28 euro al mese puoi regalare la gioia ad un bimbo che non può sorridere, né giocare, né studiare .. e neppure sognare.
L'Unicef con i suoi villaggi Sos non è presente solo in Africa ma in tutto il Mondo.
Sito Internet: www.sositalia.it

Le nostre adozioni dirette
Duwai Mohamed Jr., 2016 (14 anni)
presso
Nonostante la sua ricchezza di risorse naturali della Sierra Leone è tra i paesi più poveri del mondo. Dopo dodici anni di disordini civili, la situazione umanitaria in Sierra Leone è ancora instabile e caratterizzata da un elevato potenziale di crisi. Secondo l'UNHCR, circa due milioni di persone hanno dovuto lasciare le loro case (47% della popolazione) oppure hanno perso la vita durante la guerra. I bambini, come i membri più deboli della società, sono i più colpiti.
Nel 2014 la Sierra Leone (assieme a Guinea e Liberia) è stata colpita da una delle più devastanti epidemie di ebola che l'Africa ricordi. Migliaia sono i morti e la capitale Freetown è una delle località più colpite.

Mum Akol Ariak, 2016 (9 anni)
presso
Sud Sudan, dal 9 luglio 2011 è uno stato indipendente dopo un referendum che si svolto nella primavera scorsa. Prima era una provincia autonoma del Sudan. Attualmente la situazione politica è instabile e conflittuale con il nord Sudan che ha in tutti i modi contrastato la sua indipendenza. Gli enormi interessi economici dovuti alla ricchezza di petrolio, all'infinito conflitto del vicino Darfur e dei suoi profughi che a centinaia di migliaia si stanno rifugiando nel confinante Kenia ne sono le cause principali. L'Onu ha appena lanciato l'allarme carestìa e fame per il neo Stato indipendente.
Da oltre due anni nel più giovane Stato al mondo è in atto una sanguinosa guerra civile di origine etnica, nell'estate 2014 anche il villaggio Sos di Malakal è stato evacuato e i bambini con le loro famiglie Sos ospitati in un campo provvisorio in una zona più sicura.

Si conferma di ricevere direttamente dai "Villaggi Sos" interessati aggiornamenti continui e costanti, con foto e lettere, sulla situazione geo-politica locale, sulla situazione familiare e sulle attività svolte dai bambini, nonché sui loro progressi scolastici ed educativi.

Articolo aggiornato (Gennaio 2016)


Maris Davis e altre ragazze nigeriane di Udine (Friends of Africa) fondarono nel 2008 un orfanotrofio nella loro città di origine, Benin City in Nigeria. Attualmente la struttura ospita circa 40 bambini abbandonati, privi di genitori o rifiutati dalle famiglie.



Aiutaci a Sostenere la nostra Pagina Facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Ci è sempre gradito un tuo commento. Grazie